Fantuz F.

La produzione di latte di asina in una innovativa filiera latte per consumatori di fascia sensibile

Rivista : Anno 39/Numero 1
Autori/Authors : Fantuz F. Salimei E.

Il latte di asina ha destato negli ultimi anni un notevole interesse scientifico in quanto è risultato ben tollerato da bambini affetti da allergia alle proteine del latte vaccino ed il suo uso può essere indicato per la prevenzione dell’aterosclerosi. Il presente articolo riassume i risultati scientifici pubblicati in letteratura circa la produzione e le caratteristiche di composizione del latte di asina, evidenziando le similitudini e le differenze rispetto al latte umano e vaccino, anche da un punto di vista igienico-sanitario. Il latte, alimento di elezione per la crescita neonatale, non è solo una fonte di antigeni alimentari ma è anche vettore di componenti nutraceutiche. Tra queste, nel latte di asina sono stati determinati alcuni peptidi dotati di attività umano simile, di notevole interesse scientifico. Nel richiamare l’importanza della nutrizione per i suoi effetti sulla produzione di latte e sullo stato di benessere delle asine, il presente articolo esamina alcune caratteristiche dietetiche di fondamentale importanza per il monogastrico erbivoro. La diffusione, attualmente in corso, dell’allevamento asinino per la produzione di latte da destinare a lattanti, anziani o soggetti allergici può contribuire alla rivitalizzazione di microeconomie nelle aree marginali e collinari, con positivi risvolti in termini di salvaguardia del territorio e della biodiversità animale.



In the last few years donkey’s milk is raising a remarkable scientific interest since it has been demonstrated that such a milk is well tolerated by infants suffering of cow’s milk protein allergy and its use could be of great interest for the prevention of atherosclerosis. The current paper reviews the scientific results published in literature about milk production and compositional characteristics of donkey’s milk, marking similarities or differences compared to human and bovine milk. Hygienic parameters are also considered. Milk, the best food for neonatal growth represents not only a source of antigens but also a source of nutraceutical compounds. Among them some peptides showing human-like activity are observed in donkey’s milk. Reminding the importance of nutrition in affecting milk production and jennies welfare the current paper considers some dietary characteristics crucial for the herbivorous monogastric. Breeding of donkeys for production of milk for infants, elderly or allergic people is currently developing and this can contribute in improving micro-economies in marginal or hilly areas with positive effects on environment preservation and animal biodiversity.

Back to top