Vigliotti A.

Ricerca sullo stile di vita alimentare nelle Scuole Comunali dell’Infanzia a Viareggio: il progetto "A scuola con gusto"

Rivista : Anno 37/Numero 1
Autori/Authors : Vigliotti A. Peris L. Venturi A.

Nell’anno scolastico 2007-2008 si è svolta una indagine sulle abitudini e preferenze alimentari di bambini delle scuole materne del Comune di Viareggio, come inizio sperimentale di un progetto a lungo termine “ A Scuola con gusto”. L’indagine è stata condotta attraverso un apposito questionario distribuito ai genitori degli alunni, che comprendeva diverse domande sulle abitudini alimentari in famiglia, sull’atteggiamento verso le novità e i condizionamenti, sul coinvolgimento dei genitori rispetto al rifiuto di alcuni cibi ed anche sull’interesse per i prodotti tipici del territorio. Su 450 bambini intervistati hanno risposto circa 300. È risultato che la maggior parte dei bambini fa colazione a casa, con una larga preferenza per il latte ed i biscotti. Circa il 60% dei bambini consuma uno spuntino fra la prima colazione ed il pranzo con preferenza per i biscotti. La maggior parte dei bambini non mangia volentieri tutti i cibi, con un rifiuto prevalente verso verdure e pesce. Lungo il percorso del questionario appare evidente uno scarso senso di affettività legata al cibo. Le abitudini alimentare appaiono quindi non sempre corrette, per cui risulta necessario proseguire la fase sperimentale del progetto stabilendo percorsi di educazione e cultura permanente.



During the 2007-2008 school year a research regarding eating habits and preferences of Viareggio nursery schools’ children has been carried out, as an experimental beginning of a long term project called “At school with relish”. The research has been carried out with a special questionnaire distributed to childrens’ parents; it contained many different questions about family eating habits, about their attitude to the latest trends and conditioning, about parents involvement as regards the refusal of some food , about the interest in typical territorial products. Out of 450 children interviewed about 300 children answered. The result is that most of the children have breakfast at home, with a large preference for milk and biscuits. More or less 60% of children have a snack between breakfast and lunch preferring biscuits. Most of the children don’t like eating all kinds of food, with a predominant refusal of vegetables and fish. The questionnaire clearly reveals that the sense of fondness is weakly linked with food. Then, eating habits aren’t always correct, so it is necessary to carry on the experimental phase of the project, establishing some permanent courses of dietary education.


Back to top